La favola di Gold Bunny

Non tutti conoscono l’origine di Gold Bunny; ecco qui  come è nato il famoso coniglietto della Lindt!

La favola di Gold Bunny

Era una luminosa mattina di Marzo, con il terreno ancora coperto dal bianco manto nevoso dell’inverno. Improvvisamente uno dei Maîtres Chocolatiers Lindt intravvide nel suo giardino un coniglietto che annunciava l’arrivo della primavera. La piccola figlia del Maître rimase affascinata alla vista del coniglietto e si mise a piangere disperatamente non appena lo vide scomparire nel bosco. Dispiaciuto per la tristezza inconsolabile della figlia, il padre ebbe una grande idea: “Farò un coniglio di cioccolato identico a quello…” Si mise quindi al lavoro e con tutto l’amore, la passione e l’esperienza che possedeva il Maître portò a termine la piccola creazione. Realizzò un coniglietto di finissimo cioccolato Lindt, lo vestì con un incarto dorato e gli mise al collo un nastrino rosso con un campanellino. “Ogni volta che sentirai suonare il campanellino potrai trovare facilmente il coniglietto” disse il Maître alla figlia. E fu così che nacque il primo Gold Bunny, diventato ormai un’icona della Pasqua.

 

Gold Bunny - cioccolato

Gold Bunny - cioccolato

Gold Bunny

Gold Bunny

 

 

 

 

 

 

Fonte: Lindt

 Sfoglia il libro e leggi anche la versione interattiva della Favola di GoldBunny!

Post Navigation